Recensione Betpoint: truffatori made in Bari

Chi segue il mio blog da tempo, sa che per anni sono stato partner di Betpoint. Ero solo un ragazzino quando firmai il mio primo accordo con loro, direttamente nella loro sede in Bari centrale, citta’ nella quale ho studiato. Ero feliccissimo!

L’accordo era di profit share, ovvero avrei portato nuovi clienti a Betpoint, in cambio di una percentuale del profitto generato dalla mia sottorete. Questo e’ un tipo di accordo che nel breve termine conviene molto al bookmaker, ma nel lungo periodo giova molto al promoter, me in questo caso. Peccato pero’ che dopo anni di sacrifici ed una buona sottorete generata, Betpoint abbia deciso di non pagarmi piu’ le commissioni dovute. Ora immagina di aprire un PVR con loro, o altro tipo di corner, porti loro clienti, e dopo alcuni anni loro decidono di non pagarti piu’. Sembra assurdo, perche’ per ogni euro pagato a me in commissioni, Betpoint aveva gia’ guadagnato ed intascato almeno altri 3-4 euro. Cioe’, per quale motivo dovrebbero smettere di pagarmi, se le mie commissioni rappresentano solo peanuts di quanto gia’ guadagnato da loro? Io non riesco ancora a capirne il motivo, ma per i professionalissimi dipendenti di Betpoint tutto cio’ e’ normalissimo. Hanno cercato per mesi di giustificare il mancato pagamento delle commissioni, con storie assurde:”Il capo marketing non c’e’; non possiamo fatturare ad una srl slovacca; devi effettuare modifiche al sito; non riusciamo a pagarti se non emetti fatturazione elettronica; stiamo rivedendo il decreto dignita’, ecc“.  Dopo due anni, mi avevano gia’ tolto il login, cosi’ non avrei piu’ potuto verificare i veri profitti generati dalla mia sottorete.

Purtroppo cio’ che mi fa piu’ rabbia, non e’ l’aver perso migliaia di euro all’anno di commissioni da me guadagnate e quindi dovute, ma di aver trovato ancora una ulteriore conferma che al Sud Italia la cultura del “paghero’, forse” sia normalissima (uno dei motivi per i quali ho lasciato l’Italia).

Come puoi vedere da foto allegata, l’ultimo loro pagamento risale a 31 ottobre 2018. Dopo quasi un anno, ho deciso di scrivere questo articolo, visto che Betpoint continua ad ignorare le mie richieste di pagamento.

Colgo l’occasione per scusarmi con chi, dopo aver letto il mio blog, ha aperto un conto giocatore o aperto un PVR. Vi giuro che non sapevo che fossero dei truffatori, altrimenti sarei stato il primo ad evitarli.

 

Comments

comments